Squilibri causati dalla pillola

Quanto segue è un elenco dei numerosi squilibri causati dalla pillola nelle vitamine e nei minerali

  • Vitamina A (Retinolo): Quando si prende la pillola i livelli nel sangue salgono. Non è ancora chiaro se questo significhi che il tasso di vitamina A nel corpo è più alto (richiedendo quindi di ingerirne una quantità maggiore) dato che nel fegato se ne trova una quantità minore, oppure se in effetti esista una maggiore disponibilità per i tessuti. Da una carenza possono derivare cambiamenti alla vista, dato che questa vitamina è necessaria per il normale e sano funzionamento degli occhi. Alla carenza di questa vitamina sono imputabili anche una maggiore predisposizione alle infezioni, una pelle secca e squamosa, la mancanza di appetito e vigore, denti e gengive difettosi, come pure ritardi nella crescita. La vitamina A è anche un importante anti-ossidante ed anti-cancro, ed è meglio prenderla come betacarotene per evitare intossicazioni.

    Vitamina B1 (Tiamina): Esiste la possibilità che chi fa uso della Pillola sia carente di questa vitamina. Gli effetti collaterali comprendono stanchezza, debolezza, insonnia, dolori e mali di testa indefiniti, perdita di peso, depressione, irritabilità, mancanza di iniziativa, costipazione, ipersensibilità al rumore, perdita di appetito e problemi circolatori.

    Vitamina B2 (Riboflavina): L’uso della pillola porta ad una maggiore richiesta da parte dell'organismo, causando delle carenze. Gli effetti collaterali comprendono infezioni alle gengive ed alla bocca, vertigini, depressione, irritazioni agli occhi, problemi alla pelle e forfora.

    Vitamina B6 (Piridoxina): L’esaurimento varia da limitato a grave. Gli effetti collaterali comprendono nausea, bassa resistenza allo stress, letargia, ansietà, depressione, debolezza, nervosismo, scatti emotivi, stanchezza, insonnia, leggera paranoia, eruzioni cutanee, perdita di controllo muscolare, problemi agli occhi, herpes ed edema (ritenzione di liquidi). La vitamina B6 è necessaria per aiutare la conversione del triptofano in serotonina (un componente del cervello che influisce sull'umore, sul sonno, sugli impulsi psicologici ed il desiderio sessuale), per normalizzare il metabolismo degli zuccheri ed aiutare a prevenire la formazione di coaguli di sangue.

    Acido Folico: Con l'assunzione della pillola i livelli si abbassano. Il problema più grave che ne deriva si presenta se il concepimento avviene durante l'uso della pillola o subito dopo averla interrotta, quando il corpo sta tentando di riprendersi da questa carenza di acido folico. Dato che l'acido folico è richiesto dall'organismo per facilitare la suddivisione delle cellule (un processo che inizia immediatamente dopo il concepimento), in caso di carenza di questo elemento nutritivo esiste un rischio molto superiore di difetti alla nascita, inclusi difetti del tubo neurale, spina bifida, arti deformi e mongolismo. Le carenze possono anche portare all'anemia.

    Vitamina B12 (Cobalamina): Con l'assunzione della pillola i livelli si abbassano, specialmente nei vegetariani. Gli effetti che ne risultano comprendono anemia, lingua infiammata, perdita di peso e depressione.

    Vitamina C (Acido Ascorbico): I livelli vengono ridotti anche del 30 per cento dall'uso della pillola, con un ulteriore peggioramento derivante dal fumo, dallo stress, dagli alti livelli di inquinamento, dalle infezioni e da alcune medicine. L'efficacia dell'assunzione integrativa di vitamina C può anche essere ridotta, con conseguente sanguinamento delle gengive, contusioni, problemi agli occhi, perdita di appetito, debolezza muscolare, anemia, fatica e ridotta risposta immunitaria. Questa vitamina è anche necessaria per la produzione degli ormoni sessuali dell'organismo, qualcosa che il vostro corpo deve fare di per sé stesso quando si smette l'uso della Pillola. Una carenza di vitamina C può anche rendere più difficile all'organismo la ripresa della normale produzione ormonale.

    Vitamina E (Alpha Tocoferolo): Gli estrogeni nella Pillola aumentano il bisogno del corpo di vitamina E, anche se questa vitamina aiuta a normalizzare i livelli di estrogeno. Gli effetti della, carenza di vitamina E comprendono anemia, degenerazione muscolare, successiva fertilità ridotta, alterazioni del ciclo mestruale e vampate di calore. E’ necessaria anche per combattere il possibile effetto cancerogeno dell'estrogeno, come fa il selenio che ha un ruolo nell'assorbimento della vitamina E anche se i suoi livelli vengono ridotti dalla Pillola.

    Vitamina K (Menadione): La pillola fa aumentare i livelli della vitamina K, il che può portare alla formazione di coaguli di sangue.

    Rame: Aumenta l'assorbimento, innalzando il bisogno di vitamina C del corpo, distruggendo l'equilibrio zinco/rame e inducendo insonnia, depressione, emicrania, perdita di capelli e il rischio di ipertensione e di tendenza alla formazione di coaguli.

    Zinco: La Pillola ne abbassa notevolmente i livelli. Ciò può portare a diabete, ad una scarsa resistenza alle infezioni, a infezioni della pelle, a fertilità ridotta e ad altri problemi. Questo minerale è essenziale per la normale crescita, la suddivisione delle cellule e la riparazione dei tessuti. E’ molto importante in gravidanza, essendo presente in più di 200 sistemi enzimatici del corpo ed è essenziale per lo sviluppo della funzione cerebrale e di un sistema immunitario adeguato, un'altra ragione per evitare di concepire mentre si usa la Pillola e subito dopo averla interrotta. Chi usa la Pillola per un lungo periodo di tempo può trovare difficile riportare la condizione dello zinco ad un livello adeguato.

    Prostaglandine: I livelli di alcune prostaglandine vengono abbassati dalla pillola. Esse sono normalmente composte di acidi grassi ed usano lo zinco come catalizzatore per ridurre la tendenza alla formazione di coaguli.

    Lipidi del sangue: I livelli dei lipidi a bassa densità, del colesterolo e dei trigliceridi si alzano durante l'uso della pillola, aumentando il rischio di malattie cardiache.

    Siero proteine: Vengono alterate dall'uso della pillola. E’ molto importante. interrompere l'uso della pillola e riformare le scorte di elementi nutritivi per un periodo da tre a sei mesi prima di tentare di concepire. Si raccomanda anche che ogni donna consulti un professionista naturale qualificato, per stabilire,le proprie necessità nutritive specifiche, sia che stia prendendo la pillola oppure che l'abbia interrotta.